Alina, un romanzo di Giovanni Garufi Bozza •e•

3,99

Mi chiamo Alina, ho diciassette anni e sono una prostituta. Sono nata a Praga, ma le catene di questa schiavitù mi tengono prigioniera a Roma. Questa è la mia storia, un racconto dove una farfalla, simbolo di libertà, diventa uno stemma di schiavitù, dove l’eroina non è la protagonista, ma uno strumento di sottomissione.

COD: 9788898017966 Reparto:

Descrizione

Alina, di Giovanni Garufi Bozza (eBook)

Mi chiamo Alina, ho diciassette anni e sono una prostituta. Sono nata a Praga, ma le catene di questa schiavitù mi tengono prigioniera a Roma. Questa è la mia storia, un racconto dove una farfalla, simbolo di libertà, diventa uno stemma di schiavitù, dove l’eroina non è la protagonista, ma uno strumento di sottomissione. Tra le violenze, gli stupri e gli inganni, tra le mura di un lager nascosto e di un CIE legalizzato, ti narrerò come una donna può essere trasformata in un oggetto per soddisfare le voluttà del dio denaro. Attraverso il mio desiderio di libertà e la mia lotta per restare donna, ti svelerò che nel terzo millennio le schiavitù non sono ancora terminate. Ti donerò i miei occhi, le mie lacrime e la mia voce, come ho fatto con l’autore di questo romanzo, per rivelarti ciò che è sotto il tuo sguardo e che non puoi vedere, una visione nuova per uscire da un copione fatto da sguardi distolti e catene negate.

‹‹Cosa vedi?›› mi chiese ironica.
‹‹Prostitutka…›› balbettai in ceco, guardando l’irriconoscibile figura riflessa.
‹‹Ottimo, è quello che sarete da questo momento in poi›› rispose ancora più soddisfatta, intuendo quello che avevo detto nella mia lingua.
‹‹Volete vedere il vostro tatuaggio?›› chiese poi. ‹‹Potete scoprire la garza e dargli un’occhiata.››
Scoprii lentamente la garza, osservando il disegno tatuato sulla mia pelle: una piccola farfalla dai molti colori sgargianti. Sarebbe stata anche graziosa, se non avessi intuito da subito il tetro significato che aveva.
‹‹Perché disegno?›› balbettò in uno strano italiano Miriam, osservando la sua farfalla, identica alla mia.
‹‹Indica a chi appartenete ora.››

Trentamila euro. Ecco quanto valevano il mio corpo e la mia anima. Ecco il prezzo speso per assoggettare la mia esistenza a una macabra schiavitù.

Il mio corpo è diventato una macchina esterna a me, capace di produrre piacere agli altri, mentre io sto lì, ad aspettare che quelle bestie finiscano di scoparselo, osservando la scena come se quel corpo non fosse il mio.

  • Romanzo vincitore del IV° Premio Letterario Nazionale Un libro amico per l’inverno 2015

Informazioni

Sottotitolo

Autobiografia di una schiava

Isbn

9788898017966

Anno

2014

Formato eBook

epub

Recensioni

Non ci sono recensioni.

Recensisci “Alina, un romanzo di Giovanni Garufi Bozza •e•”

L'indirizzo email non sarà pubblicato.